Progettare una piscina interrata

Progettare una piscina interrata è molto importante ed è un processo articolato.
L’acquisto di una piscina è una decisione da prendere con attenzione non solo per l’impegno economico, ma anche per gli effetti sull’aspetto estetico e sul valore della casa.

La piscina non solo dovrà essere solo bella, ma anche funzionale, utile e adeguata alla vita della famiglia.

Di che cosa bisogna tenere conto per una buona progettazione della piscina interrata? Come progettarla?

Come si progetta una piscina?

Per capire i costi di progettazione di una piscina bisogna tenere conto della costruzione della struttura, ma anche di altri parametri. Ad esempio i costi di manutenzione e di installazione, la filtrazione a skimmer o a sfioro, la forma, la dimensione, i rivestimenti, eventuali accessori.

La scelta dei materiali

Il cemento armato rappresenta la tecnologia più tradizionale.
Deve fare i conti con tolleranze del materiale nell’ordine dei centimetri che potrebbero, in caso di piscina a sfioro, compromettere la tracimazione completa dell’acqua.
Va prestata estrema attenzione anche alla qualità dei materiali utilizzati. Per una struttura ben fatta è indispensabile che il cemento sia armato e che vengano realizzati i richiami tra fondo e pareti. È preferibile un unico getto per assicurare alla vasca la monoliticità.

I tempi necessari

Oltre ai tempi di installazione e a quelli di costruzione, vanno tenuti in considerazione anche i tempi di preparazione e quelli burocratici.

Vediamoli brevemente.

  1. RICHIESTA DEI PERMESSI

Prima che i lavori possano iniziare devono essere richiesti (e ottenuti) i vari permessi necessari che dipendono dalla tipologia di piscina e dal comune di residenza.

  1. PREPARAZIONE DEL TERRENO

Una volta ottenuti i permessi si deve preparare il terreno per la costruzione della piscina. Questo include l’esecuzione degli scavi nella proprietà e il livellamento del terreno per la piscina e l’area circostante.

  1. INSTALLAZIONE

Il periodo di tempo esatto per installare una piscina varia in base a diversi fattori, inclusi le dimensioni della piscina, il numero di installatori che svolgono il lavoro, la loro esperienza e il clima presente al momento dei lavori. Una piscina in cemento richiede più tempo per l’installazione. Questo perché il cemento dev’essere perfettamente asciutto prima che la costruzione possa essere completata.

La forma giusta

La prima cosa da fare è valutare con l’attenzione l’area nella quale verrà installata la vasca. Potrà trattarsi di un terreno oppure di un’area coperta e, perché no, anche di un terrazzo.
Prima di considerare i fattori puramente estetici l’area scelta dovrà essere adatta per sostenere tutta la struttura. Ad esempio nel caso di un terreno questo dovrà essere privo di alberi e molto compatto.
Le dimensioni possono variare da un minimo di 4 m x 8m, sino ad un massimo di 7,5 m x 15m.
Ovviamente nel calcolo delle misure bisogna anche tenere conto dello spazio da destinare al camminamento e al solarium.

E veniamo alla forma!
Il cemento armato offre una libertà di personalizzazione pressoché totale per quanto riguarda forme e dimensioni.
La complessità del progetto ovviamente farà aumentare i costi e richiederà uno studio ancora più dettagliato per ottenere una realizzazione di qualità.
Secondo la nostra esperienza, per progettare una piscina e realizzarla si deve tenere in considerazione come utilizzare al meglio lo spazio nel giardino. La struttura dovrà avere dimensioni, forma e design che hanno più senso per la vita della famiglia.
Va ricordato che non si può modificare la dimensione della piscina una volta costruita. Quindi va fatta una progettazione a lungo termine: i figli o i nipotini sono piccoli ora, ma quando saranno più grandi vorranno poter invitare gli amici e più in là anche le loro famiglie potrebbero aggiungersi.

La piscina sarà utilizzata per scopo ricreativo? O per fare lunghe nuotate? In questo caso, per esempio una piscina per il nuoto dovrà avere una lunghezza adeguata.
Si vuole un gazebo accanto alla piscina? O un angolo con un salottino?
Si desidera un’area per l’abbronzatura? Un bordo infinity? Corsie aperte per il nuoto? In questi casi la forma lineare potrebbe essere più adatta.
Si desiderano ampie panche per sedersi o un design accattivante e unico? Una piscina a forma libera è quella che fa per te.

Rivestimenti possibili

Le piscine in cemento armato possono essere rifinite con quasi tutti i rivestimenti esistenti, dalla membrana armata in PVC, alle piastrelle, al mosaico alla pietra naturale alle resine o vernici. Qui la scelta dipende molto dalla resa estetica che si vuole ottenere, nonché dai costi che si è disposti a sostenere.

Il giardino

Molte persone sono così preoccupate con l’acquisto della piscina che trascurano la progettazione del giardino. È invece importante portare di pari passo i due progetti, per assicurarti di avere tutto lo spazio per inserire ciò che si desidera.
Se si pensa di posizionare un barbecue o un set da giardino per due persone, ci sarà bisogno di uno spazio limitato. Se si vogliono una cucina da esterno e uno spazio per accogliere amici e parenti servirà un’area più estesa.

La piscina può essere accompagnata da tocchi di colore o può richiedere una recinzione naturale per garantire privacy. Potrebbero anche servire una piattaforma per scivoli o trampolini.
Per finire, da non sottovalutare un impianto di illuminazione da esterno: migliorerà l’aspetto del giardino e lo renderà più sicuro, evitando inciampamenti e cadute accidentali in acqua.

 

A chi affidarsi?

A personale esperto in costruzione di piscine interrate, capace di accompagnarti nella scelta con esperienza e competenza, facendoti porre attenzione a tutti gli elementi necessari per progettare una piscina capace di durare nel tempo e soddisfare le tue esigenze.